ViaMare

Rivista di portualità, spiagge, sport, trasporti, viaggi e cultura mediterranea

L’Area Marina Protetta di Capo Carbonara

L’AMP “Capo Carbonara” è situata nella costa sud-est della Sardegna, nel territorio di Villasimius, ed occupa una superficie di circa 8,9 Kmq. È delimitata da Capo Boi ad ovest e da Punta Proceddus ad est. 

Capo  Carbonara è il nome della punta estrema sud-orientale della Sardegna, nel territorio di Villasimius, che si erge sul mare a fronteggiare l’Isola dei Cavoli, perla incontaminata di un paradiso costituito da lunghe spiagge infinite di sabbia bianca e quarzosa, calette nascoste, scogliere a strapiombo, deliziose insenature bagnate da una mare limpido di una trasparenza indimenticabile. Una sorta di istmo, con al centro lo stagno di Notteri, circondato da una costa tra le più varie e affascinanti del Mediterraneo. L’Area Marina Protetta  custodisce un paradiso la cui tutela è stata fortemente voluta dall’Amministrazione Comunale di Villasimius, ed è stata ottenuta con D.M. del 15 settembre 1998, poi integrato dal D.M. del 3 Agosto 1999. 

Le finalità dell’area marina protetta vanno ben oltre la salvaguardia e tutela degli ambienti e delle risorse del mare, tendono anche alla promozione e valorizzazione delle attività economiche locali, allo sviluppo sostenibile e alla formazione di una conoscenza ambientale sempre maggiore nella popolazione locale e turistica. 

L’AMP ha come obiettivo quello di completare e mettere a regime una rete di monitoraggio della diversità vegetale presente nei pSIC del territorio di Villasimius.

L’Area Marina Protetta di Capo Carbonara persegue la protezione ambientale della zona, tra i compiti dell’AMP è compreso il coordinamento e l’incentivazione di politiche di conservazione  e restauro del patrimonio vegetale in situ ed ex situ, l’AMP intende intraprendere rapporti di collaborazione con professionalità specifiche, metodologiche, procedimenti, strutture e laboratori allo scopo di rispondere alle sempre maggiori esigenze nel settore della conservazione del germoplasma in situ ed ex situ.

L’Area Marina Protetta di Capo Carbonara fin dal momento della sua istituzione è impegnata in innumerevoli azioni  volte alla tutela e alla salvaguardia dell’ecosistema marino e costiero attraverso studi e ricerca scientifica di base, monitoraggi, investimenti tecnici e tecnologici tra i quali: Mappatura posidonia oceanica; Monitoraggio Traffico nautico; Monitoraggio Fondi molli; Monitoraggio mammiferi marini; Monitoraggio Specie aliene; Studi e ricerche per la capacità di carico; Ricerche e monitoraggio per effetti delle immersioni su flora e fauna; Centro di primo soccorso per Tartarughe marine; Sistema di Videosorveglianza e di sorveglianza Bioacustica. Le indicazioni provenienti dalle attività di monitoraggio si configurano come necessarie per impostare una gestione del territorio che garantisca una corretta fruizione delle aree costiere ed un’adeguata conservazione di habitat e specie.

L’Area Marina Protetta di Capo Carbonara si propone di offrire una soluzione al complicato equilibrio fra uso delle risorse ambientali e loro tutela, offrendo la possibilità di vivere l’area protetta limitando al minimo il consumo dell’ambiente.