ViaMare

Rivista di portualità, spiagge, sport, trasporti, viaggi e cultura mediterranea

Un tuffo nel blu di Pan di Zucchero_di Claudia Sanna

Quando ad accompagnarti nel tuo lavoro ci sono passione e attenzione nei confronti del prossimo, allora nulla o quasi è impossibile. Nasce da questi presupposti Nemo Splah l’evento previsto per sabato 25 giugno presso il litorale di Masua, che unisce inclusione sociale, sport e promozione del territorio.

Voluto e curato dall’assessore ai servizi sociali del comune di Iglesias Angela Scarpa, vede interessate tante associazioni cittadine, che Sabato alle 9:30 si ritroveranno nella spiaggia di Masua . Presenti: Sodalitas, Caritas, associazione Alberto Riccaboni, consulta giovani e consulta anziani, Auser, centro di salute mentale, università della terza età e Sorrisi Multipli, unite per regalare,  un’esperienza speciale in uno degli scenari più belli  e visitati in Europa: Porto Flavia, a picco sul mare, incastonato tra le rocce di una scogliera che racconta storie di vita di miniera, simbolo di ingegneria industriale, che oggi custodisce i ricordi della storia economica del territorio e regala uno scenario mozzafiato.

Quaranta tra bambini e adulti tra 6 e 80 anni, con fragilità importanti, questa è l’espressione volutamente utilizzata dall’assessore, che a bordo di alcune imbarcazioni raggiungeranno lo scoglio di Pan di Zucchero per tuffarsi nelle acque cristalline di questo meraviglioso tratto di costa e assistere all’immersione della campionessa mondiale di apnea, Alessia Zecchini, testimonial del progetto e che vanta il record di -107 metri in assetto costante.

La scelta della Zecchini, non è casuale, oltre ad avere conseguito il titolo mondiale nel 2019 nella specialità outdoor, la Zecchini, come ci tiene a sottolineare l’assessore Scarpa, è un esempio di donna che è riuscita a raggiungere grandissimi risultati in un settore prettamente maschile, con uno sguardo sempre attento ai più fragili.

“Il testimonial di un evento deve essere capace di andare oltre la performance, deve avere una visione d’insieme rispetto a tutto ciò che lo sport può rappresentare, deve saper mettere le sue conoscenze al servizio del prossimo, occuparsi di tematiche sociali, trasmettere messaggi positivi sull’importanza dello sport come strumento educativo e conoscitivo, fondato su disciplina e perseveranza. I big dello sport sono tanti, difficile trovare quelli che lo sono anche nella vita.”

L’evento promette grande risonanza e consentirà di far parlare ancora una volta delle costa di Masua come uno dei quadri più belli che la natura abbia mai dipinto.

“Di fronte al mare

la felicità è un’idea semplice”

(Victor Hugo)

Foto di copertina di Maurizio Artizzu